….

Il Grillotalpa

Ladies Rugby Club, attentissimo come sempre, ci segnala una squadra davvero particolare…

In questo primo nostro anno di vita, ci è capitato di imbatterci in tante squadre diverse, principalmente italiane ma anche di svariate altre parti del mondo. Lo spirito del rugby è sempre quello: divertimento assoluto. La squadra di cui vi parliamo oggi però è davvero molto particolare e si chiama “The Mamas”, un club itinerante e ad inviti, che è stato fondato nel luglio scorso ed è composto esclusivamente da mamme, che pur avendo uno o più figli giocano ancora a rugby attivamente. (…)
Le “Mamas” vogliono cambiare proprio questa idea, mostrando al mondo che si può comunque essere e buone atlete, provando in piccolo a cambiare il background culturale della società moderna, rispetto al rapporto maternità/attività sportiva (e non solo).
Le Mamas, con tanto di pargoli al seguito, hanno debuttato ufficialmente il 27 luglio passato allo Stockholm…

View original post 67 altre parole

E bravo Sonny Bill…in bocca al lupo….

Il Grillotalpa

La sua avventura giapponese inizierà ufficialmente domenica, dopo la seconda sfida degli All Blacks all’Australia. Poi per SBW le porte della nazionale campione del mondo si chiuderanno per un bel pezzo (ma ci scommettete che cercherà di rientrare nel giro in tempo per la RWC 2015?). Ad ogni modo il sito dei Panasonic Wild Knights – il club per cui Sonny Bill giocherà nel paese del Sol Levante – ha pubblicato la scheda del centro neozelandese sul suo sito. Eccola. E guardate che arrivarci in un sito completamente in giapponese non è stato semplicissimo…

View original post

Due Di Giulio in Nazionale. Bravi, bravi, bravi!!!

Il Grillotalpa

dall’ufficio stampa FIR

Luca Bot e Luca De Marigny, tecnici dell’Accademia FIR U19 “Ivan Francescato” hanno annunciato la formazione che domani sera, al “Musgrave Park” di Cork, affronteranno l’Accademia di Munster alle ore 19.30 locali (20.30 in Italia) nel primo dei tre incontri del tour irlandese che vede impegnata la selezione federale.

Questa la formazione dell’Accademia FIR: 

15 Andrea TORLAI (Rugby Reggio)

14 Gabriele DI GIULIO (Frascati Rugby)

13 Mattia BELLINI (Petrarca Padova)

12 Gianmarco VIAN (M-Three San Donà)

11 Shadi EID (Amatori Parma)

10 Filippo BUSCEMA (UR Capitolina)

9 Simone MARINARO (Fiamme Oro)

8 Maxime MATA-MBANDA’ (Rugby Grande Milano)

7 Mattia CATELAN (Valsugana Padova)

6 Michele BOCCARDO (Cus Padova)

5 Federico RUZZA (Cus Padova)

4 Michele ANDREOTTI (Cammi Calvisano)

3 Cherif TRAORE (Rugby Viadana)

2 Adriano DANIELE (Pomezia-Torvianica)

1 Francesco VENTO (Rugby Union Messina)


 

a disposizione

16 Marco SILVA (Amatori Parma)

17 Stefano IOVENITTI (Polisportiva Paganica)

18…

View original post 69 altre parole

Eccezion fatta….

Il Grillotalpa

Ancora due partite. Sonny Bill Williams alla fine vestirà la maglia degli All Blacks il 18 e il 25 di agosto, quando tra Sydney e Auckland andranno in scena i due atti della Bledisloe Cup, nonché le prime due giornate del Rugby Championship. Le due sfide all’Australia potrebbero essere quindi le ultime due gare del centro con la maglia della sua nazionale per almeno due anni, visto che SBW se ne andrà prima in Giappone e poi in Australia nella league.
Nulla di ufficiale ancora, ma pare che le cose siano decise. La chiamata a sorpresa per il trequarti dei Chiefs si è resa necessaria per il doppio infortunio a Richard Kahui e a Conrad Smith che ha messo il ct neozelandese Steve Hansen nei guai.

View original post

Per campioni come Sonny Bill bisogna fare delle eccezioni. Un giocatore come lui, che giocherebbe titolare in ogni squadra dell’emisfero va tutelato, sempre nel rispetto delle regole.

Il Grillotalpa

Ad aprire la porta è il boss della NZRU, la federazione neozelandese: “he is still eligible and contracted to New Zealand”. Lui, ovviamente, è Sonny Bill Williams, che potrebbe essere chiamato a prendere parte alla prima fase del Rugby Championship dopo che il ct all blacks Steve Hansen ha saputo che Conrad Smith sarà indisponibile per almeno sei settimane”.
SBW alla fine del Super Rugby in corso andrà in Giappone e poi nella league australiana, “perdendo” così il diritto a vestire la maglia dei tuttineri, ma da quelle parti pensano di fare di necessità virtù e aggrapparsi ai cavilli burocratico. Cosa che normalmente non farebbero.
Le cose comunque non sono ancora chiarissime e lo stesso Tew prende tempo: “Vedremo dopo questo fine settimana, dipende anche da cosa faranno i Chiefs”. Ma la domanda vera da farsi è un’altra: cosa ne pensa Sonny Bill?
Chiudo con una dichiarazione di Tew sulla…

View original post 45 altre parole

Giulio RubiniQui parlano di un Frascatano…

Il Grillotalpa

Dall’ufficio stampa Lazio Rugby

Ancora due nomi importanti arrivano ad arricchire la rosa della SS Lazio Rugby 1927 per il prossimo campionato d’Eccellenza. Dopo i tre piloni, lo scozzese Dave Young, Sami Drissi Panico e Francesco Pepoli e dopo la seconda linea irlandese Neilus Keogh, Alfredo Biagini ha messo a segno altri due colpi: Giulio Rubini e Stefano Canale.
Giulio Rubini, frascatano venticinquenne, gioca mediano d’apertura, estremo o ala. Dopo aver vestito le maglie delle varie rappresentative nazionali di categoria, ha esordito nella nazionale maggiore nel 6Nazioni 2009, a Edimburgo contro la Scozia, collezionando poi altri 3 caps. Giulio, alto 174 cm per 85 kg di peso, nel 2006 si è trasferito da Frascati a Parma dove è rimasto sino a quando, dichiarato “atleta di interesse nazionale” dalla Federazione, è stato ingaggiato dagli Aironi. Nella franchigia di Viadana Giulio ha giocato nella stagione 2010-11, per poi fare ritorno a Parma…

View original post 169 altre parole

Gli Old in Sud Africa….

Castro e le olimpiadi…

Carina la nuova campagna Edison che vede come volto, e non solo, quello di Castrogiovanni. Non essendo il rugby una disciplina olimpica, ma piena di significato, non solo sportivo, il nostro pilone si è cimentato in una simpatica campagna pubblicitaria incentrata sul: “vorrei ma non posso”. Posto alcuni video:

Castro vuole andare per forza alle Olimpiadi di Londra

con le ragazze della ginnastica

con le ragazze della pallavolo

Con i ragazzi della pallanuoto


Decisamente simpatica questa campagna, e complimenti: sia ai creativi di Edison, che alla simpatia di Castrogiovanni. Speriamo porti bene.

Mondiali di rugby 2011 il Re Maori riceve gli All Blacks

Maori King

Antico re Maori

Sono innamorato della Nuova Zelanda. Mi piace tutto di questa nazione: la natura, il mare, la popolazione, il rugby, la vela, le loro radici. Non hanno nulla che non va. I neozelandesi, sono un popolo fiero e basa sulle usanze Maori, sul credo di quella antica popolazione, il loro modo di vivere. Non se ne vergognano, anzi ne vanno fieri, e fanno di tutto per difenderle. Hanno esportato il grido propiziatorio, che gli antichi guerrieri facevano, prima di andare in guerra: la Haka. Soprattutto nel rugby, è diventato il segno distintivo della Nazionale. Non sapevo che i Maori hanno ancora il loro re. Viene rispettato ed onorato come qualsiasi re, di rango non decaduto, esistente sulla terra. Questo uomo è il depositario di usanze che sopravvivono da millenni. Un bellissimo gesto di rispetto gli e lo hanno riservato proprio i giocatori della nazionale Neozelandese di rugby – gli All Blacks – durante la loro visita prima d’iniziare i mondiali del 2011, che poi hanno vinto. Gustatene un assaggio:

Sono sempre più convinto che queste due isole, nel bel mezzo dell’oceano, siano un posto da visitare in uno dei miei prossimi viaggi. Ma la mia paura più grande sarebbe quella di scoprire che forse è il posto migliore dove vivere. Purtroppo è molto difficile (impossibile) ottenere la cittadinanza.

Il capitano degli All Blacks saluta il Re Maori, nel loro tipico saluto.

Bellissima questa foto, a chi dice che il rugby non è uno sport per tutte l’età!!!

Il Grillotalpa

La foto è di Antonio Ros ed è stata scattata ad Egor 2012. Bellissima!

View original post